giovedì 19 marzo 2015

ASSICURAZIONI AUTO IN DISCESA

L'ANIA, ossia l'Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, ha raccolto i dati relativi ai premi contabilizzati nel 2014 per Assicurazione danni ed Assicurazioni Vita. 

Al sondaggio hanno partecipato le 121 imprese a livello nazionale, 61 a livello europeo e 2 a livello extra europeo.

Lo studio dice che la raccolta Premi Complessiva nel 2014 è stata pari a 143,3 miliardi, con una crescita di quasi il 21% rispetto al 2013.
Ad avere una crescita maggiore sono stati i premi del settore Vita, con quasi il 30%, mentre il settore Danni ha registrato una perdita del 2,7%.

La raccolta premi nei rami Vita ha superato i 110 miliardi. Un aumento che fa seguito a quello già registrato nel 2013 (+22%), dopo la forte diminuzione registrata nel biennio 2011-2012 (-23% in due anni).

La raccolta rami Danni è stata invece pari a 32,8 miliardi con un calo del 2,7% rispetto al 2013 ed una diminuzione drastica nel settore Auto, i cui premi hanno registrato una flessione del 5,8%.
Il calo è dovuto alla tanto attesa riduzione dei premi delle polizze rca, conseguenza di una accentuata competitività delle imprese e di una lieve riduzione della frequenza dei sinistri, oltre che alla presenza di un parco di veicoli assicurati sostanzialmente invariato.
Si dice soddisfatto il Presidente ANIA, che parla di conferma di fiducia da parte degli italiani nel settore assicurativo.

Altri dati relativi alle polizze auto ci arrivano dagli osservatori di Facile.it e Assicurazione.it.
Secondo i dati raccolti, il costo di una polizza auto in Italia, a febbraio 2015, è stato pari a 586 euro, ben -9,4% nell’ultimo semestre e -17,4% in un anno.

L'abbassamento delle tariffe sembra dovuto soprattutto al regime di concorrenza che si è stabilito in Italia e che incoraggia le compagnie a competere sulle tariffe di tutti i servizi offerti.
La comparazione tra le tariffe si conferma infatti il miglior modo per risparmiare sulle rca.
Lo studio, effettuato sulla richiesta di preventivi online degli italiani, rivela inoltre che tra le garanzie accessorie la più richiesta rimane l’assistenza stradale, seguita da infortunio conducente e tutela legale.
Raddoppiato negli ultimi tre mesi il numero degli italiani che vorrebbe la polizza di furto e incendio e la copertura cristalli.

La Campania è la regione dove per assicurare l’auto si deve pagare di più. Seguono Puglia e Calabria.
Le regioni più convenienti sono invece la Valle d’Aosta, il Friuli Venezia Giulia ed il Trentino Alto Adige.